Comunicati stampa

cceesites sites > Symposium 2017 > Comunicati stampa

Si conclude a Barcellona il Simposio sui giovani del CCEE

31 marzo 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa, 31.03

Questa mattina si è concluso a Barcellona il Simposio sull’accompagnamento dei giovani organizzato dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE). L’incontro, che ha avuto inizio martedì scorso, 28 marzo, ha visto la partecipazione di 275 esperti provenienti da tutta Europa che operano nei settori connessi con l’accompagnamento dei giovani nelle rispettive conferenze episcopali: Gioventù, Vocazioni, Università, Scuola e Catechesi. Insieme agli interventi degli esperti in materia di accompagnamento, sono state scambiate esperienze di ‘buone pratiche’ di vari movimenti presenti e iniziative pastorali europee, oltre alle testimonianze dei giovani.
Le celebrazioni liturgiche hanno avuto il loro culmine nell’Eucaristia celebrata nella Basilica della ‘Sagrada Familia’ nel pomeriggio di ieri, presieduta dal Card. Bagnasco, presidente del CCEE. Subito prima della celebrazione, due esperti dell’opera di Gaudí, lo scultore Etsuro Sotoo e il teologo Armando Puig, hanno introdotto i presenti al percorso della bellezza finalizzato all’evangelizzazione dei giovani, a cui ha fatto seguito una visita guidata alla Basilica della Sagrada Familia.

Guardando al Sinodo sui giovani e le vocazioni del 2018

Questa mattina, l’arcivescovo di Barcellona, ​​Mons. Juan José Omella Omella, ha presieduto la celebrazione eucaristica e la preghiera delle Lodi. Durante la sua omelia, ha ringraziato i relatori per la loro presenza e il loro lavoro e ha invitato i partecipanti a seguire il modello di Emmaus nell’accompagnare i giovani, ascoltandoli e proponendo loro la sequela di Cristo.

Nella prima sessione del mattino è intervenuto il Card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei Vescovi, il quale ha presentato il lavoro preparatorio del Sinodo sui giovani e le vocazioni che si terrà nel mese di ottobre del prossimo anno. Spiegando il processo sinodale e le sue diverse tappe, il Card. Baldisseri ha ricordato innanzitutto la pubblicazione del Documento Preparatorio contenente un questionario, attraverso il quale sono interpellati i vari componenti della Chiesa. In base alle risposte che giungeranno, il Sinodo dei Vescovi elaborerà l’Instrumentum Laboris (il Documento di lavoro) che sarà offerto ai Padri Sinodali come base della loro discussione. In attesa del documento di lavoro, il Card. Baldisseri ha annunciato che presto il Sinodo renderà pubblico un sito (www.sinodogiovani2018.va), contenente un questionario rivolto direttamente a tutti i giovani.

Successivamente, cinque rappresentanti, uno per ogni ambito pastorale, hanno riferito sulla propria esperienza del Simposio indicando anche alcune sfide.

Conclusioni del Simposio

Le conclusioni del Simposio sono state affidate poi all’arcivescovo di Genova il Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente del CCEE, il quale si è soffermato sulla figura dell’educatore e sulla sua missione educativa nel contesto attuale, caratterizzato da una “cultura del nulla”. Per il Presidente del CCEE, l’educatore cristiano deve innanzitutto rivolgere lo sguardo a Gesù, vero e unico maestro. Se la cultura contemporanea “sembra non aver nulla da dire ai giovani, nulla di significativo che scaldi il cuore e riempia la vita”, nella persona di Gesù “risplendono tutte le virtù umane in forma eminente, risplende la piena umanità dell’uomo, quell’umanità che la nostra epoca rischia di non più riconoscere riducendo la persona ad una forma liquida”. Il Presidente del CCEE ha poi chiuso l’incontro con un appello finale alla gioventù europea: “Alle giovani generazioni guardiamo con grande simpatia e fiducia; a loro toccherà essere i nuovi evangelizzatori, convinti che evangelizzare oggi significa insegnare agli uomini l’arte di vivere! Il nostro è un tempo meravigliosamente arduo, è l’ora che la Provvidenza ci ha dato, abbracciamola con fiducia e amore (…). Sì, lo vogliamo vivere bene cominciando a cambiare noi stessi e aiutandoci gli uni gli altri”.

KEEP READING

L’accompagnamento e l’accompagnatore, oggi nel Simposio del CCEE sui giovani a Barcellona

29 marzo 2017 |by CCEE Media Office | 0 Comments | Comunicati stampa

Il Simposio sui giovani che si celebra dal 28 al 31 marzo a Barcellona, organizzato dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), dalla Conferenza episcopale spagnola (CEE) e dall’arcivescovado di Barcellona, ha celebrato oggi il suo secondo giorno di lavoro. L’accompagnamento (nella sessione del mattino) e l’accompagnatore (nella sessione del pomeriggio) sono stati i temi trattati.
L’esperienza di essere accompagnati
Il Vice Presidente della CEE, il Cardinale Antonio Cañizares, ha presieduto alle ore 9.00 le Lodi con cui è iniziata la giornata di oggi.

Subito dopo, alle 9.30, si è svolta la prima sessione di lavoro dal titolo: I giovani e l’accompagnamento. Sono saliti sul podio Jona (Albania), musulmana convertita al cristianesimo, che ha detto tra l’altro: “Sono sicura che Gesù Cristo ha abbracciato ogni cuore umano, quelli che hanno vissuto nel passato, quelli che vivono oggi e tutti gli altri che vivranno in futuro”. Mate Szaplonczay (Ungheria), seminarista di rito greco-cattolico, ha sottolineato “l’importanza dell’ascolto. I giovani desiderano essere ascoltati e che gli vengano chieste le loro opinioni”, per questo hanno anche bisogno di buoni esempi e di un sostegno nella “creazione di gruppi parrocchiali e piccole comunità”. Sono intervenuti anche Carlota Cumella (Spagna), membro di un gruppo parrocchiale; e Simon Janssen (Olanda), della Comunità Emmanuel, il quale ha valorizzato che “l’amicizia mi ha aiutato a capire che anche se ero l’unico cattolico nel mio istituto, non ero solo: c’erano molti amici con cui sapevo che stavamo vivendo le stesse cose”. Questi quattro giovani, nella prospettiva dei diversi contesti europei di appartenenza, hanno offerto la loro riflessione sull’accompagnamento a partire dalla propria esperienza di essere accompagnati.
Successivamente ha avuto luogo una tavola rotonda sull’accompagnamento personale, un accompagnamento che deve continuare per tutta la vita. La sessione è stata presieduta da Mons. Jean-Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo. Nella sua introduzione ha detto che “questa è la missione che la Chiesa condivide con Cristo: aiutare le persone a salvarsi. Come vescovo, come sacerdote o come laico, devo lavorare per la salvezza delle persone che incontro e con le persone che Dio mi fa incontrare”. Al dialogo successivo hanno partecipato un responsabile per ciascuno dei settori coinvolti nel Simposio: Agnė Pinigienė (catechesi), Ernesto Diaco (scuola), Šimo Maršić (università), Paul Metzlaf (giovani) e Christopher Jamison (vocazioni).
La sessione del mattino si è conclusa con la celebrazione dell’Eucaristia, in cui abbiamo pregato in particolare per le vocazioni. Per questo motivo, la celebrazione è stata presieduta da Mons. Oscar Cantoni, vescovo di Como e presidente della Commissione CCEE per le vocazioni. Durante la celebrazione sono state presentate le testimonianze vocazionali di una religiosa e di un seminarista.

L’accompagnatore

Cosa è necessario per un buon accompagnamento? Come possiamo mantenerci aperti nell’accompagnamento, rispettando la libertà umana? A queste domande ha risposto, nella prima sessione del pomeriggio, Suor Lola Arrieta, carmelitana della Carità Vedruna e membro dell’équipe Ruaj. Nel suo intervento ha sottolineato che “i giovani non cercano l’accompagnamento, ma quando si va loro incontro, accettano il nostro accompagnamento e ne sono sorpresi: “non sapevo che si poteva condividere”… Se davvero trovano in noi dei testimoni, prima o poi riusciamo a dialogare con loro (…) “Emmaus è oggi il paradigma della Chiesa in uscita”, ha concluso.
Al termine di questa sessione, sono stati proiettati tre video che raccontavano rispettivamente l’esperienza di alcuni genitori dall’Inghilterra, la testimonianza dell’allenatore di una squadra di calcio portoghese, Fernando Santos, e quella di un responsabile Scout in Romania.
Le sessioni di lavoro si sono chiuse con i lavori di gruppo, divisi per lingua. Un momento per condividere esperienze e cercare insieme nuovi percorsi per affrontare l’accompagnamento.
Veglia di preghiera

La giornata di mercoledì si concluderà con una veglia di preghiera nella parrocchia di Santa Ana, prevista alle 19.45. Per l’occasione si uniscono a noi i giovani di Barcellona, ​​che sono gli organizzatori di questa celebrazione.

*****************************************

Informazioni per la stampa

Sala Stampa: è ospitata nella sala Pere Tarres del Seminario.

Briefing. Giovedi 30 marzo con i movimenti ecclesiali dei Focolari, Comunione e Liberazione, Salesiani ed Emmanuel.

KEEP READING

Inizia a Barcellona il Simposio sull’accompagnamento dei giovani

28 marzo 2017 |by CCEE Media Office | 0 Comments | Comunicati stampa

Barcellona è da questo pomeriggio la sede del Simposio organizzato dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), dalla Conferenza episcopale spagnola (CEE) e dall’Arcivescovado di Barcellona per riflettere, discutere e approfondire il tema dell’accompagnamento dei giovani.

L’incontro, che durerà fino a venerdì prossimo, 31 marzo, riunisce 275 specialisti della pastorale giovanile, della scuola, dell’università, vocazionale e catechetica delle Conferenze Episcopali d’Europa. Sono accompagnati da 32 vescovi, di cui quattro sono cardinali.

“Camminava con loro (Luca 24,15). Accompagnare i giovani a rispondere liberamente alla chiamata di Cristo” è il tema generale del Simposio. Si svilupperà attraverso tre aree di lavoro: la persona accompagnata (che analizzeremo oggi), l’accompagnamento e l’accompagnatore (a cui sarà dedicata la giornata di domani). Giovedi si svolgerà uno scambio di esperienze sulle buone pratiche in materia di accompagnamento e una visita alla “Sagrada Familia”.

Sessione di apertura

La sessione di apertura si è tenuta presso l’aula magna del seminario di Barcellona, ​​con gli interventi del Card. Nichols, arcivescovo di Westminster e vice presidente del CCEEE, del Card. Cañizares, arcivescovo di Valencia e vice presidente della CEE e dell’arcivescovo di Barcellona, ​​Mons. Omella.

Mons. Omella ha dato il benvenuto a tutti i partecipanti “a Barcellona, ​​questa città aperta e cosmopolita”, per un incontro che si propone l’obiettivo di accompagnare: “Ecco una vera sfida. Accompagnare significa, in un certo senso, fare da “educatori” nel senso più profondo della parola educere: essere capaci di aiutare a far uscire da ognuno di coloro che accompagniamo il meglio di loro.

Subito dopo è stata data lettura del saluto del Card. Bagnasco, presidente del CCEE, che ha condiviso con i partecipanti alcune delle riflessioni che Papa Francesco ha pronunciato durante l’udienza ai capi di Stato la settimana scorsa: “Camminare insieme è possibile ed è la cosa più bella. Questo è necessario in un mondo sempre più globalizzato in cui separarsi significa perdere il cammino (…). Questo, che è vero per tutti i componenti della realtà europea, dovrebbe ovviamente iniziare dai giovani, che sono il futuro della vita”.

 

Il Papa Francesco ha inviato anche un saluto indirizzato al Arcivesco di Barcellona, Mons. Omella, nel quale incoraggia ai partecipanti del Simposio nella sua riflessione sulle sfide e l’accompagnamento dei giovani perche, attraverso il dialogo e l’incontro e come membri vivi della famiglia di Cristo, i giovani siano portatori convinti della gioia del Vangelo, a tutti gli ambienti”.

Il Card. Nichols ha ricordato in primo luogo che Europa non è solo l’Unione Europea. La CCEE include tutti i paesi d’Europa ed è bene ricordare, forse specialmente alla maggioranza dei giovani europei, che la esperienza di vita in Europa non è facile, non è confortabile, non è stabile per quelli che giungono in Europa dall’Oriente.

Da parte sua, il Card. Cañizares ha messo in luce come nella Chiesa “ci sentiamo spinti ad accompagnare i giovani all’incontro con Cristo che cammina con loro anche se non lo sanno o non lo percepiscono, e condivide il loro cammino”. Allo stesso tempo, ha detto che “i giovani hanno, nel cuore, un grande ideale, un irreprimibile anelito: che la vita sia qualcosa di grande e buono, che non delude”.

L’accompagnamento oggi in Europa
Dopo la sessione di apertura, abbiamo ascoltato il primo intervento, affidato a Mons. Jedraszewski, arcivescovo di Cracovia, e presidente della Commissione CCEE per Catechesi, Scuola, Università, con una presentazione dal titolo: Gesù nel cammino verso Emmaus – l’accompagnamento oggi in Europa.

Subito dopo, un gruppo di giovani dell’Arcidiocesi di Barcellona ha introdotto una presentazione multimediale sulle sfide, i problemi e le gioie dei giovani di oggi in Europa.

La giornata si è conclusa con la celebrazione dell’Eucaristia e dei Vespri presieduta dal Card. Vicent Nichols, Arcivescovo di Westminster.

*****************************************

Informazioni per la stampa

Nuova ubicazione. A partire da mercoledì, la Sala Stampa sarà ospitata nella sala “Pere Tarres” nel Seminario (la stanza accanto a quella utilizzata oggi).

Briefing. Mercoledì 29 marzo.

Alle 13.00 è previsto l’incontro fra i giornalisti e Raquel Pérez, responsabile dell’organizzazione per la CEE e direttrice del Segretariato delle Università della CEE. La Dr.ssa Pérez sarà presente anche al briefing.

KEEP READING

Un Simposio in dodici punti

16 marzo 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa

Mentre a Barcellona fervono i preparativi per l’avvio del Simposio Europeo sull’accompagnamento dei giovani, in questi mesi gli oltre 250 partecipanti si sono preparati all’appuntamento di fine mese (28-31 marzo) con l’aiuto di un sussidio in dodici punti. Tra i temi affrontati: 1) Gesù e l’accompagnamento; 2) Entusiasmo cristiano e volontà di Dio; 3) Diversità e relazione; 4) Identità e vita; 5) Comunità e famiglia; 6) Famiglia e Chiesa; 7) Speranza e pienezza di vita; 8) Gioia e vita; 9) Giovani e i loro linguaggi; 10) Accompagnamento e Spirito Santo; 11) Esame di coscienza e testimonianza; 12) Evangelizzazione e Cristo.

Il documento è il risultato di un’ampia consultazione. Nel settembre 2015, un comitato composto da rappresentanti di cinque ambiti pastorali (catechesi, scuola, università, giovani e vocazioni) si è incontrato a Malta e ha redatto un documento che è stato discusso durante la prima metà del 2016 in incontri separati con i delegati nazionali di tutti e cinque i settori. Il maggior numero possibile dei loro commenti è stato poi inserito nel documento finale, redatto a Madrid, da un altro piccolo comitato in rappresentanza dei cinque ambiti pastorali.

Il Sussidio è disponibile sul sito del simposio (symposium2017.ccee.eu).

“I giovani sono decisivi per la vita della Chiesa e della società! Essi hanno molti doni da condividere e che bisogna valorizzare: dedizione, creatività, generosità, desiderio di conoscere l’altro e di accoglierlo, o meglio, un grande desiderio di amare e di essere amati, di conoscere la verità e di aderire a essa. Essi credono di potere cambiare il mondo, ed è giusto e buono che lo credano…”, afferma mons. Duarte da Cunha, Segretario Generale del CCEE, e prosegue “Accompagnare i giovani diventa, quindi, una bellissima missione che Gesù ci affida. Significa per l’accompagnatore seguire insieme ai giovani la luce di Dio. La vita di chi accompagna non ha bisogno di essere perfetta ma egli deve guardare a Dio e vivere con impegno la realtà presente. Così, anche quando il giovane deve sorpassare ostacoli, l’accompagnatore è capace di dare un orientamento, una nuova perspettiva che diventa anche proposta attraente, al contrario del consumismo che non riesce a riempire il cuore. Amare i giovani porta a testimoniare con la vita e la parola che vale la pena andare avanti, che cosa sia il bene e il male, e che cos’è la felicità vera. Non c’è, infatti, gioia più grande per un educatore che vedere il giovane aver un rapporto personale con Gesù Cristo, diventare cosciente di poter dare anche lui liberamente la vita per gli altri così da diventare lui stesso un vero testimone e accompagnatore per gli altri. Dobbiamo quindi curare non solo i giovani ma anche le famiglie e le comunità perché esse siano sempre più disponibili e entusiasmate da questa missione di mostrare Cristo e di camminare con Lui. Per questo motivo, a Barcellona, le giornate saranno scandite da momenti di preghiera e dalla celebrazione quotidiana dell’Eucaristia durante la quale si pregherà per le vocazioni (mercoledì 29) e per la famiglia (giovedì 30)”.

Una veglia di preghiera dei giovani di Barcellona per i giovani di tutta l’Europa

Nella serata di mercoledì 29 marzo alle ore 19.45 presso la Chiesa di Sant’Anna (Plazoleta de Santa Anna, 29 – 08002  Barcellona), i giovani del servizio diocesano di pastorale giovanile animeranno una veglia di preghiera. La veglia, che vuole essere un momento di preghiera per i giovani dell’Europa, prevede alcune testimonianze intercalate da momenti di adorazione e da canti. Al termine, i giovani animatori di Barcellona incontreranno i partecipanti in un momento di convivialità.

I relatori

Durante il Simposio un certo numero di relatori si avvicenderanno per condividere con i partecipanti la loro riflessione attorno al tema dell’incontro.

I relatori, tutti di alto livello, rappresentano strutture vaticane, del CCEE o delle Conferenze episcopali preposte alla cura pastorale dei giovani. Naturalmente interverranno anche gli stessi giovani.

La lista dei relatori è ora disponibile sul sito del simposio.

*********************************

Informazioni per la stampa

I giornalisti interessati a coprire l’incontro possono accreditarsi entro il 24 marzo prossimo a questo indirizzo: http://symposium2017.ccee.eu/media/

Attenzione: l’accesso ai lavori e alla sala stampa sarà consentito solo ed esclusivamente ai giornalisti accreditati che riceveranno un badge specifico. Si prega di prestare attenzione alle condizioni di partecipazione contenute all’indirizzo: http://symposium2017.ccee.eu/media/

Una Conferenza Stampa di presentazione avrà luogo il 24 marzo prossimo alle ore 11.30 presso il Seminario Conciliar di Barcellona (Carrer de la Diputacío, 231 – 08007 Barcelona).

Interverranno: S.E. Mons. Juan José Omella Omella, Arcivescovo di Barcellona, Mons. Gil Tamayo, Segretario generale della Conferenza Episcopale Spagnola e don Michel Remery, Vice Segretario Generale del CCEE e Organizzatore del Simposio.

I giornalisti che intendono partecipare in loco e che vorrebbero ricevere la cartella stampa sono pregati di indicarlo al momento della richiesta dell’accredito o inviando una mail a media@ccee.eu

La conferenza stampa sarà ritrasmessa in streaming sul sito: symposium2017.ccee.eu

KEEP READING

A Barcellona le Buone Pratiche per accompagnare i giovani

9 marzo 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa

Mentre si sono chiuse le iscrizioni al Simposio Europeo sull’accompagnamento dei giovani in programma a Barcellona dal 27 al 31 marzo prossimo, il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) – l’organismo dell’episcopato europeo che organizza l’incontro in collaborazione con la Conferenza Episcopale Spagnola e l’Arcidiocesi di Barcellona – lancia la Fiera delle buone pratiche, in programma per giovedì 29 marzo.

In queste settimane, il CCEE sta raccogliendo una serie di iniziative che toccano vari ambiti della pastorale (catechesi, accompagnamento vocazionale, pastorale giovanile…) e che hanno mostrato la loro buona accoglienza presso i giovani.

“Con questa Fiera delle Buone Pratiche vogliamo mostrare il dinamismo e la creatività della Chiesa in Europa”, informa don Michel Remery, Vice Segretario Generale CCEE e organizzatore del Simposio, e prosegue: “Si tratta spesso di iniziative volute e promosse dai giovani stessi, che mostrano bene come gli stessi giovani non sono solo fruitori di servizi, ma i principali protagonisti della loro pastorale se adeguatamente accompagnati. A Barcellona, i partecipanti potranno farsi ispirare dalle iniziative presentate e portare a casa idee nuove. Notando poi come l’Europa sia ricca di proposte moderne e attrattive che interpellano i giovani di oggi, vogliamo che il Simposio diventi anche un’occasione per confermare e rinnovare con entusiasmo e coraggio l’impegno dei numerosi accompagnatori presenti”.

Tra le tante iniziative che i partecipanti potranno scoprire a Barcellona nella Fiera delle Buone Pratiche, si segnalano “Valerie und der Priester” (Valeria e il prete), l’iniziativa seguita mensilmente su facebook da oltre 1.3 milione persone di una giovane giornalista tedesca che ha accompagnato e osservato per un anno intero la vita di un giovane sacerdote; o l’iniziativa maltese “Prayer spaces school” (Spazi di preghiera nelle scuole) che aiuta bambini e giovani a esplorare i temi della vita, della spiritualità e della fede in un ambiente dinamico e interattivo; o ancora l’iniziativa francese “L’appel” (La chiamata) che promuove un dialogo con i giovani sull’importanza di trovare la propria vocazione nella vita, attraverso momenti di riflessione e di dibattito rivolti a gruppi di studenti e di giovani, e animati da adulti membri della pastorale giovanile o della pastorale vocazionale.

(Queste buone pratiche e molte altre ancora, con numerose altre informazioni, sono pubblicate sul sito symposium2017.ccee.eu).

*********************************

Informazioni per la stampa

I giornalisti interessati a coprire l’incontro possono accreditarsi entro il 24 marzo prossimo a questo indirizzo: http://symposium2017.ccee.eu/media/

Attenzione: l’accesso ai lavori e alla sala stampa sarà consentito solo ed esclusivamente ai giornalisti accreditati che riceveranno un badge specifico. Si prega di prestare attenzione alle condizioni di partecipazione contenute all’indirizzo: http://symposium2017.ccee.eu/media/

 

Una Conferenza Stampa di presentazione avrà luogo il 24 marzo prossimo alle ore 11.30 presso il Seminario Conciliar di Barcellona (Carrer de la Diputacío, 231 – 08007 Barcelona).

Interverranno: S.E. Mons. Juan José Omella Omella, Arcivescovo di Barcellona, Mons. Gil Tamayo, Segretario generale della Conferenza Episcopale Spagnola e don Michel Remery, Vice Segretario Generale del CCEE e Organizzatore del Simposio.

I giornalisti che intendono partecipare in loco e che vorrebbero ricevere la cartella stampa sono pregati di indicarlo al momento della richiesta dell’accredito o inviando una mail a media@ccee.eu

La conferenza stampa sarà ritrasmessa in streaming sul sito: symposium2017.ccee.eu

KEEP READING

L’accompagnamento dei giovani al centro del prossimo Simposio CCEE a Barcellona

28 febbraio 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa

Press Release n. 01/17
St. Gallen, 28 Febbraio 2017

Per pubblicazione immediata

Circa 200 partecipanti tra vescovi, responsabili per la pastorale giovanile, scolastica, universitaria, vocazionale e della catechesi delle Conferenze episcopali in Europa s’incontreranno dal 28 al 31 marzo 2017 a Barcellona per confrontarsi e discutere sul tema dell’accompagnamento dei giovani.

Il Simposio, intitolato Camminava con loro (Lc 24,15). Accompagnare i giovani a rispondere liberamente alla chiamata di Cristo, è promosso dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), in collaborazione con la Conferenza Episcopale Spagnola e l’Arcidiocesi di Barcellona. L’incontro, al quale parteciperanno anche diversi rappresentanti delle aggregazioni laicali e movimenti ecclesiali, vuole essere un’occasione per riflettere insieme sulle modalità di accompagnamento dei giovani di oggi, nell’integralità della loro persona e nel loro cammino di fede.

Oltre ai saluti del Cardinale Vincent Nichols, Arcivescovo di Westminster (Vice-Presidente CCEE), di Mons. Juan José Omella Omella, Arcivescovo di Barcellona, e gli interventi del Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova (Presidente CCEE) e di Mons. Marek Jedraszewski, Arcivescovo di Cracovia, Presidente della Commissione CCEE Catechesi, Scuola, Università, l’assemblea ascolterà le riflessioni e le testimonianze di numerosi direttori nazionali e di giovani.

Un percorso in tre tappe

A Barcellona, i lavori prevedono un percorso in 3 tappe che, partendo dai giovani, procederà con una riflessione sulle sfide dell’accompagnamento alla luce dell’attuale contesto socio-culturale europeo e si concluderà sulla figura dell’accompagnatore stesso, la sua formazione, le sue esigenze. Queste tre tappe saranno successivamente approfondite attraverso lo scambio tra i partecipanti di “buone pratiche” e una presentazione-visita alla Sagrada Família, come esempio di annuncio del Vangelo e di accompagnamento delle persone attraverso l’arte e l’architettura.

I lavori saranno scanditi da numerosi momenti di preghiera e dalla celebrazione quotidiana dell’eucarestia.

L’obiettivo principale dell’incontro è di riconoscere la centralità dell’accompagnamento dei giovani e proporre una riflessione della Chiesa europea. Il CCEE farà lavorare insieme i delegati nazionali di diversi ambiti pastorali specializzati di tutto il continente europeo (catechesi, scuola, università, vocazioni…) su di un unico soggetto: l’accompagnamento dei giovani a rispondere liberamente alla chiamata di Cristo prendendo come esempio il modello del “camminava con loro” (Lc 24,15) proposto da Gesù stesso nell’episodio dell’incontro con i discepoli sulla via di Emmaus (Lc 24 13-35).

In vista del Sinodo 2018

Dopo il documento preparatorio “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” e in attesa della diffusione del questionario del Sinodo dei Vescovi (Santa Sede) indirizzato ai giovani di tutto il mondo, il Simposio europeo costituisce una tappa significativa del cammino che porterà la Chiesa a celebrare nell’ottobre 2018 un Sinodo su giovani e vocazioni.

I lavori di Barcellona saranno portati direttamente al Sinodo e serviranno da base infatti per la riflessione della prossima assemblea plenaria del CCEE (Minsk, 28 settembre – 1 ottobre) incentrata sui giovani, attraverso la quale il CCEE intende offrire ai padri sinodali un suo specifico contributo.

Proprio in vista del Sinodo del 2018, nel corso dell’incontro, il Cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario generale del Sinodo dei Vescovi, animerà un momento di scambio con gli operatori pastorali.

Un cammino di preparazione e un sussidio per la riflessione in 12 punti

Il simposio è stato preparato da un cammino iniziato già nel settembre 2015 a Malta, prima ancora dell’annuncio del Sinodo, a testimonianza di quanto l’attenzione ai giovani sia al centro della Chiesa europea. Dal marzo 2016, si è poi sviluppato attorno a diversi incontri quali: l’Incontro dei delegati nazionali per la Catechesi (Rabat, Malta, 1-4 marzo 2016), l’Incontro dei delegati nazionali per la pastorale universitaria e giovanile (Szeged, Ungheria, 27-29 aprile 2016), l’Incontro dei direttori nazionali per le vocazioni – (Bruxelles, Belgio, 10-11 maggio 2016), e l’Incontro di un gruppo di lavoro della pastorale scolastica (Parigi, Francia, 16 maggio 2016). Per maggiori informazioni: www.ccee.eu

A partire dei risultati di questi incontri è stato elaborato un sussidio per la riflessione (disponibile sul sito del simposio) in 12 punti con lo scopo di promuovere a livello europeo una riflessione interdisciplinare in preparazione al Simposio.

Sul Sito del Simposio (http://symposium2017.ccee.eu/) sono disponibili varie informazioni (programma, sussidio, “buone pratiche”…).

*****************************************

Informazione per la stampa

Il Simposio si svolgerà presso il Seminario Conciliar, Carrer de la Diputació, 231 – 08007 Barcellona.

  1. Accesso ai lavori e alla sala stampa

L’incontro è aperto ai giornalisti ad eccezione dei momenti di lavoro in gruppi.

Attenzione, solo i giornalisti accreditati entro il 23 marzo (per i giornalisti stranieri) o il 27 marzo per i giornalisti spagnoli nazionali e locali, potranno accedere ai lavori e alla sala stampa, beneficiando allo stesso tempo dei vari servizi che saranno predisposti.

Il formulario per l’accredito è disponibile nella sezione media del sito (http://symposium2017.ccee.eu/media/)

La sala stampa dispone di una sua propria rete wifi disponibile per i giornalisti accreditati.

  1. Vitto e alloggio – trasporti

I giornalisti dovranno provvedere autonomamente al loro vitto e alloggio, così come al loro trasporto per e da il luogo dell’incontro.

  1. Visita alla Sagrada Família

Per la visita alla Sagrada Família, sarà necessario un ulteriore accredito rilasciato dalla Sagrada Família stessa. Le modalità per l’accreditamento saranno fornite al più presto.

Interviste con vescovi e cardinali, nonché con gli ufficiali del CCEE, dovranno essere concordate con l’Ufficio Stampa del Simposio.

KEEP READING

Acompañar a los jóvenes hoy, tema del Simposio del CCEE

23 febbraio 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa

News Release of the Spanish Bishops’ Conference

Madrid, 23 de febrero de 2017.- Barcelona será  la sede del Simposio organizado por el Consejo de las Conferencia Episcopales de Europa (CCEE) junto con la Conferencia Episcopal Española del 28 al 31 de marzo de 2017. Con el lema “Acompañar a los jóvenes  a responder libremente a la llamada de Cristo”, el encuentro tiene como objetivo descubrir cómo comprometerse y afrontar la situación actual en Europa, acompañando a los jóvenes “como Jesús hiciera con sus discípulos en el camino de Emaús (LC 24,13-35)”. Además este Simposio busca estimular el diálogo con los jóvenes en diferentes direcciones.

En este encuentro participarán responsables de las distintas conferencias episcopales  europeas de catequesis, enseñanza,  universidades, vocaciones y jóvenes.

Acompañamientos en diferentes etapas y ámbitos

El encuentro dará comienzo el martes, 28 de marzo. El arzobispo metropolitano de Westminster y Vice presidente del CCEE, el cardenal Vicent Nichols,  el presidente de la Conferencia Episcopal Española,  junto con el arzobispo de Barcelona, Mons. Juan José Omella,  ofrecerán los saludos de bienvenida a los participantes.

Este encuentro se divide en cinco bloques. En ellos se hablará de las necesidades de la persona que es acompañada, de cómo realizar ese acompañamiento, de Evangelización y buenas prácticas o  de la belleza como valor.  Entre las actividades previstas está programada la celebración de una Feria de Buenas Prácticas que pueden servir de ayuda  y ejemplo para inspirar colectivamenta y dar a conocer nuevas realidades que puedan ser reproducidas en otros contextos. Además se celebrará un Plenario sobre el futuro Sínodo en 2018, que lleva por tema vocaciones y jóvenes. El día 31  de marzo los participantes harán públicas las conclusiones del Encuentro.

El arzobispo metropolitano de Cracovia, Mons. Marek Jedraszewski, Presidente de la Comisión del CCEE para la Catequesis, Enseñanza, Universidad, explicará en la primera conferencia cuáles son los temas más relevantes en el acompañamiento de los jóvenes en la actualidad.

El presidente del Pontificio Consejo para la Promoción de la Nueva Evangelización, Mons. Rino Fisichella, quien hablará acerca de Evangelización y buenas prácticas. Mons. Fisichella hará reflexionar a los participantes sobre la importancia que tienen los ejemplos o cómo dejarse inspirar por otros.

Los reponsables de  los 5 sectores –catequesis, enseñanza, universidad, jóvenes y vocaciones- debatirán en una mesa redonda sobre el acompañamiento que hace la Iglesia en las diferentes etapas de la vida, con un posterior diálogo con la Asamblea.

A la pregunta “Cómo podemos acompañar, respetando la libertad humana”, pretende reponder en una ponencia la Hna. Lola Arrieta, Carmelita de la Caridad Vedruna, experta en acompañamiento juvenil.

En el transcurso del encuentro destaca también la conferencia sobre “Sagrada Familia: belleza, arte, arquitectura y liturgia”, dimensiones a través de las cuales la persona puede ser acompañada. Michel Remery, Vice Secretario del CCEE e  investigador del área de Liturgia y Arquitectura de la Escuela deTeología Católica de la Unviersidad de Tilburg,  será el encargado  de desarrollar este tema, en el que además propone a Gaudí como testimonio de vida.

El presidente del CCEE y arzobispo metropolitano de Génova, cardenal Angelo Bagnasco, reflexionará en el discurso final sobre las líneas a seguir en el futuro a la luz de las conclusiones que se aporten.

La información completa y actualizada de este Simposio se pueden encontrar en la web: symposim2017.ccee.eu

 

KEEP READING

The 2017 Symposium process begins

23 febbraio 2017 |by cceesitesAdmin | 0 Comments | Comunicati stampa

Incontro dei delegati nazionali per la catechesi

Rabat, Malta, 1-4 marzo 2016

 

E’ con l’incontro dei delegati nazionali per la catechesi, il primo di una serie di quattro incontri che vedranno riuniti in momenti separati, da qui a giugno, anche i delegati nazionali per la pastorale universitaria, quella giovanile, quella scolastica e per le vocazioni, che viene aperto il processo che condurrà alla celebrazione di un Simposio a Barcellona nella primavera 2017 sull’accompagnamento cristiano dei giovani.
In questi mesi, le diverse sezioni della Commissione CCEE “Catechesi, Scuola e Università”, insieme all’EVS (il Servizio Europeo per le Vocazioni) ed i delegati della pastorale giovanile s’incontreranno separatamente per elaborare il programma del Congresso 2017 alla luce delle sfide emerse nei rispettivi ambiti di lavoro.

“Vogliamo creare ponti tra i diversi ambiti della pastorale, che sono giustamente specializzati. Oltre allo scambio tra i rappresentanti dei diversi ambiti, vogliamo riflettere insieme sulle modalità di accompagnamento dei bambini e dei giovani di oggi, nella loro unità di persona, nel loro cammino di fede”, afferma p. Michel Remery, Vice-Segretario Generale del CCEE, e prosegue “la sfida,  emersa già durante il Simposio dei vescovi su “Giovani e nuova evangelizzazione” che il CCEE aveva organizzato nel 2002, è quella di fare lavorare insieme i delegati nazionali per la catechesi, la pastorale scolastica, giovanile e universitaria, e quelli per le vocazioni, di tutto il continente europeo su di un unico soggetto: l’accompagnamento dei giovani nella loro risposta alla chiamata di Dio”.

A Malta (1-4 marzo 2016), la prima tappa di questo processo, che vede protagonisti i delegati nazionali per la catechesi, prevede un momento di ascolto e di confronto sulla situazione della catechesi in Europa, attraverso la presentazione di rapporti delle Conferenze episcopali che toccheranno in particolare il tema del catecumenato, del giubileo per i catechisti e l’anno della misericordia.

Successivamente i lavori vedranno una riflessione sulla pastorale giovanile nel mondo digitale e multimediale da parte di sr. Nathalie Becquart, responsabile del Servizio nazionale per l’evangelizzazione dei giovani e per le vocazioni della Conferenza episcopale francese. Infine, i lavori, si concluderanno con diversi momenti (lavori in gruppo, dibattito in plenaria…) volti a preparare il Simposio di Barcelona.

L’incontro, che si svolgerà presso il Seminario Arcivescovile a Rabat, è realizzato con la collaborazione della Conferenza episcopale maltese.

Un comunicato sarà rilasciato al termine dei lavori.

——————————–

Il Simposio 2017 di Barcellona

Di seguito alcune brevi informazioni sul Simposio di Barcellona. Altre informazioni saranno spedite ai giornalisti a tempo debito.

Partecipanti

Il Simposio prevede la partecipazione dei delegati nazionali delle Conferenze episcopali in Europa per la catechesi, la scuola, l’università, la pastorale giovanile e le vocazioni. Saranno invitati anche rappresentanti delle aggregazioni laicali e movimenti ecclesiali, e un numero nutrito di giovani.

Obiettivi e modalità di lavoro

In vista del Simposio, che si inserisce all’interno delle attività che il CCEE ha portato avanti nel corso della sua storia – pensiamo al IV e al X Simposio dei vescovi che hanno avuto luogo nel 1979 e nel 2002, ai congressi e agli incontri annuali organizzati nel corso degli anni e rivolti a vescovi e delegati dei diversi ambiti sopra citati -,  sono state predisposte delle linee guida che saranno discusse e completate nelle diverse tappe del processo e che costituiranno la base del programma del Simposio.

Le varie tappe del processo

  1. Incontro dei delegati nazionali per la Catechesi – Rabat, Malta, 1-4 marzo 2016;
  2. Incontro dei delegati nazionali per la pastorale universitaria – Szeged, Ungheria, 27-29 aprile 2016;
  3. Incontro di un gruppo di lavoro dell’EVS (Servizio Nazionale per le Vocazioni) – Bruxelles, Belgio, 10-11 maggio 2016;
  4. Incontro di un gruppo di lavoro della pastorale scolastica – Parigi, Francia, 16 maggio 2016.

 

KEEP READING